SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI SUPERIORI A 99,99 €. HAI DOMANDE? CONTATTACI!

I nostri consigli

Colesterolo e trigliceridi

Colesterolo e trigliceridi

18/10/2019

Colesterolo e trigliceridi, insieme ai fosfolipidi, sono i grassi contenuti nel nostro organismo, molto importanti per il suo corretto funzionamento. I loro valori, però, devono rientrare in un determinato range perché se sono troppo elevati, possono divenire un serio problema per la nostra salute.
Vediamo allora di conoscerli meglio!

Il colesterolo è un lipide indispensabile per un corpo in salute, infatti, è un componente delle membrane cellulari, è il precursore della vitamina D, dei sali biliari e degli ormoni steroidei. Per la maggior parte viene prodotto autonomamente dall’organismo, nel fegato (circa l’80%) e in minima parte viene assunto con l’alimentazione (circa il 20% del totale).

I trigliceridi, invece, sono così chiamati perché formati da 3 catene di grassi legati ad una molecola di glicerolo, vengono anch’essi prodotti nel fegato e rappresentano un’importante fonte di energia per l’organismo, la principale forma in cui i grassi compaiono in natura.

Entrambi questi lipidi hanno bisogno di legarsi a delle specifiche proteine per essere trasportati nel sangue, dette lipoproteine:

  • Lipoproteine a bassa densità (Low Density Lipoproteins, LDL) anche conosciute come “colesterolo cattivo”. Sono il principale vettore del colesterolo nel sangue, con l’importante compito di trasportarlo e distribuirlo a tutti gli organi. Però se i livelli di colesterolo LDL sono troppo elevati, questo inizia a depositarsi sulla parete interna delle arterie, originando nel tempo placche aterosclerotiche, che aumentano fortemente il rischio di problemi cardiovascolari.
  • Lipoproteine ad alta densità (High Density Lipoproteins, HDL) dette comunemente “colesterolo buono” perché rimuovono il colesterolo in eccesso depositato nelle arterie e lo riportano al fegato dove viene eliminato, agendo come una sorta di "spazzino". Pertanto, elevati livelli di colesterolo "buono" non sono negativi ma aiutano a proteggere il benessere delle arterie, mentre bassi livelli aumentano il rischio di malattie cardiovascolari.
  • Lipoproteine a densità molto bassa (Very Low Density Lipoproteins, VLDL) sono, invece, le proteine che trasportano i trigliceridi nel sangue e, anche se elevati livelli di trigliceridi non favoriscono direttamente la formazione di placche aterosclerotiche, si è evidenziato che sono spesso associati ad alti valori di colesterolo cattivo, a bassi livelli di colesterolo buono e ad altre patologie come obesità e diabete.

Ecco, perciò quali valori raccomandati di colesterolo e trigliceridi entro cui dovrebbero rimanere:

  • colesterolo totale inferiore a 200 mg/dl
  • colesterolo-HDL superiore a 40 mg/dl
  • colesterolo-LDL inferiore a 130 mg/dl

          non superiore a 160 mg/dl

  • trigliceridi            inferiori a 200 mg/dl

Qualora i valori non dovessero rientrare in questi range è bene rivolgersi al proprio medico che valuterà la terapia più idonea per riportarli nella norma, iniziando da una modifica della propria dieta. 

Per normalizzare i valori del colesterolo è anche importante praticare una moderata ma regolare attività fisica, e abolire fumo e alcool che possono peggiorare ulteriormente la situazione. 

Vuoi maggiori informazioni su questo argomento? Contattaci! Lo staff della Farmacia Guacci sarà lieto di rispondere ad ogni tua domanda!

Commenti

Lascia un commento