SPEDIZIONI GRATUITE PER ORDINI PARI O SUPERIORI A 99 €. HAI DOMANDE? CONTATTACI!

Micosi intime: come si contraggono?

Le micosi intime sono infezioni da fungo che interessano prevalentemente le donne. In questo caso parliamo di micosi vaginale, una sindrome scatenata da agenti patogeni e microrganismi che entrano a contatto con le mucose genitali.

In queste mucose i miceti trovano il loro habitat: il pH è acido e l’ambiente è umido, quindi perfetto per proliferare. Le micosi intime sono molto comuni e chi ne è affetto dovrebbe curarle bene e il prima possibile, per evitare che l’infezione si espanda fino a diventare sistemica.

I sintomi delle micosi intime

Se il sistema immunitario è indebolito, gli agenti patogeni prendono il sopravvento in poco tempo. Non solo, anche le alterazioni della flora batterica possono avere un ruolo nello sviluppo della malattia. Infine, è bene fare attenzione ai rapporti sessuali, che devono sempre essere protetti.

I sintomi delle micosi intime sono:

• secrezioni vaginali maleodoranti;

• dolore durante la minzione e i rapporti sessuali;

• prurito intenso;

• bruciore vaginale;

• arrossamento;

• edema.

Quali terapie per le micosi vaginali?

Quando si manifesta una micosi vaginale, è importante recarsi il prima possibile dal ginecologo che, grazie a una visita approfondita, saprà identificare il disturbo e prescrivere una terapia adeguata alle esigenze del paziente.

Solitamente vengono somministrati farmaci a base di Clotrimazolo, Miconazolo, Econazolo, Itraconazolo e Amfotericina B. Tali principi attivi sono presenti in numerose soluzioni da banco sotto forma di ovuli, pomate e terapie orali.

Tra i più famosi rimedi farmaceutici contro le micosi intime ci sono Gynocanesten, Ecorex e Gine Tantum.