0818711068  |  lun~ven 9:00~13:00  /  16:00~19:00
0
media

Come combattere il torcicollo

Sensazione di dolore localizzata piuttosto acuta, difficoltà a flettere, allungare o roteare il collo… Chi, almeno una volta nella vita, non è incappato in un antipatico torcicollo?

Per provocarlo, a volte, può bastare una corrente d’aria improvvisa, un materasso troppo morbido, oppure anche solo uno sforzo maldestro, ed ecco che il collo s’irrigidisce e persino girare lo sguardo, diventa una tortura.

Scopriamo insieme come combattere efficacemente questo disturbo.

Considerato da molti il più banale dei malanni, ma sicuramente tra i più fastidiosi e diffusi; il torcicollo è secondo solo al mal di schiena, dal momento che colpisce ogni anno più del 77% degli italiani.

Si tratta una condizione patologica che blocca i movimenti de collo, accompagnata da dolore cervicale acuto e frequentemente seguita da una contrattura muscolare.

All’origine del torcicollo, vi sono principalmente le seguenti cause, associate o singole:

Postura scorretta protratta per lungo tempo

Posizione sbagliata assunta mentre si dorme

Esposizione prolungata a correnti d’aria 

Movimenti bruschi del collo

Un’infezione virale

Predisposizione anatomica, per presenza di ernie o protrusioni del tratto cervicale

Come rimediare?

Com’è facilmente intuibile, per poter curare efficacemente il torcicollo bisognerà individuare la causa scatenante. 

Solitamente, il dolore al collo può essere risolto ricorrendo a farmaci analgesici e antinfiammatori, come i FANS (ibuprofene, acido acetilsalicilico), i corticosteroidi o i rilassanti muscolari.

Nei casi di fastidio di lieve entità, sarà possibile ricorrere a trattamenti di natura non farmacologica.

Eccone alcuni:

Impacchi sul collo. Uno dei rimedi più impiegati, in assenza di infiammazioni, è quello di riscaldare la parte, con un asciugamano ben caldo da avvolgere intorno al collo, oppure le applicazioni di impacchi caldo-umidi, servendosi di pezze di lino o cotone.

Entrambi sono validi metodi per dare sollievo e sciogliere le tensioni.

Nei casi in cui il torcicollo sia dovuto ad uno stato infiammatorio, invece, è consigliata l’applicazione di ghiaccio o impacchi freddi.


Fasce auto-riscaldanti. Qualora si volesse mantenere il collo costantemente caldo, anche fuori casa, è possibile acquistare in farmacia delle fasce autoriscaldanti, che aderiscono alla zona da trattare, lasciando liberi di svolgere le normali attività quotidiane.

Si attivano a contatto con l’aria e sprigionano calore per circa 8 ore.


Preparazioni erboristiche. Ottime per ridurre il dolore localizzato, quelle a base di arnica, aloe vera o balsamo di tigre, grazie alle loro rinomate proprietà antidolorifiche, oltre che antinfiammatorie.


Attenzione al cuscino! Gran parte dei torcicolli deriva da un appoggio notturno errato, sia prolungato nel tempo, sia occasionale. Meglio acquistare un cuscino anatomico.


Massaggi e fisioterapia. Nel caso in cui il male al collo fosse causato da contratture muscolari, sono consigliati i massaggi come terapia per alleviare il dolore, poiché aiutano la de-contrattura muscolare e migliorano il flusso sanguigno. 

Questi sono solo alcuni rimedi per combattere il torcicollo, se hai bisogno di maggiori informazioni sull’argomento, contattaci… lo staff della Farmacia Guacci è a tua disposizione!


  • Sep 27, 2018
  • Commenti: 0
Commenti: 0
Non ci sono commenti
Lascia un commento

L'indirizzo email non puo' essere pubblicato . I campi richiesti sono contrassegnati*